Coronavirus: comunicazioni GIORNALIERE del SINDACO e link a FaceBook

Il Sindaco di Cernusco, informa i cittadini:

CLICCA QUI:
LEGGI direttamente le comunicazioni del Sindaco di Cernusco su FACEBOOK

6 Aprile 2020 Sono arrivate un po’ di  Mascherine
Nei giorni scorsi un’azienda del territorio mi aveva contattato per darmi la sua disponibilità nel donare una grossa fornitura di mascherine. Questa mattina sono arrivate. E grazie agli instancabili volontari della protezione civile sono già state consegnate: le abbiamo portate alle comunità della nostra città e a chi sta lavorando in prima linea nel trasporto delle persone contagiate: l’Ospedale ‘Fatebenefratelli’ e il Centro Sant’Ambrogio, la RSD ‘La Parolina’, l’Istituto ‘Monsignor Biraghi’, Croce Bianca. Ancora una volta un sincero ringraziamento a chi ha voluto essere generoso verso la propria comunità anche e soprattutto in questo momento di emergenza

 

6 Aprile 2020 Mascherine : informazione importante:

Regione Lombardia ha annunciato che nei prossimi giorni saranno in distribuzione nei Comuni Lombardi mascherine gratuite per la popolazione.
Al momento il Comune di Cernusco e protezione civile non hanno ancora ricevuto indicazioni in merito a dove a come e quando saranno consegnate.
Quando saranno note le modalità di distribuzione, saranno comunicate a tutti. 
Per il momento si raccomanda di evitare code alle farmacie , poiche’ non hanno alcuna disponibilità di mascherine gratuite.

 

4 Aprile 2010 :AGGIORNAMENTO NUOVE REGOLE PER REGIONE LOMBARDIA |

Il Presidente della Regione Lombardia ha firmato l’Ordinanza regionale n.521 che proroga fino al 13 aprile le misure restrittive introdotte dalle precedenti Ordinanze regionali del 21, 22 e 23 marzo.

📍 La nuova ordinanza introduce alcune novità, in particolare:

⚠️ L’obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe

⚠️ Obbligo di mantenere la distanza massima di 200 metri da casa per svolgere l’attività motoria (si camminata, no jogging) e per la cura degli animali domestici mantenendo la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone

⚠️ L’obbligo per gli esercizi commerciali aperti di fornire ai propri clienti guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani

 La possibilità di acquistare articoli di cartoleria all’interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità (che sono quindi aperti);

 La possibilità di vendere fiori e piante, ma solo tramite consegna a domicilio.

🛒L’accesso alle attività commerciali è consentito a un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di portare con sé minori,disabili o anziani

 Sono vietati gli assembramenti di più di due persone nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.

LEGGI QUI L’ORDINANZA COMPLETA:

https://bit.ly/3dUJEnG

 

2 Aprile 2020

Approfitto di questa giornata nella quale i numeri della nostra città registrano due dimissioni e nessun peggioramento dei dati per spendere qualche parola sulle azioni che stiamo mettendo in campo per non lasciare sole le famiglie colpite dalla crisi economica di questa emergenza.
Cernusco ha ricevuto dal Governo 183mila euro e questa modalità è molto buona perchè riconosce proprio ai Comuni quella conoscenza del territorio capace di renderli efficaci protagonisti al fianco delle persone.
Abbiamo deciso di destinare 153mila euro all’iniziativa gestita dai Servizi Sociali del Comune dei ‘Buoni spesa’ di cui ho parlato sotto e 30mila euro per sostenere l’attività di Caritas che già in tempi normali si occupa di dare risposta concreta ai bisogni consegnando pacchi alimentari alle famiglie che ne hanno bisogno.
Sempre con Caritas e altre realtà del Terzo Settore stiamo poi chiedendo a supermercati e negozi di alimentari di proporre l’iniziativa della ‘Spesa sospesa’: un cesto all’ingresso del loro esercizio dove sia i cittadini che intendono donare sia i commercianti stessi, potranno inserire generi alimentari che saranno distribuiti ai cittadini bisognosi, moltiplicando generosità e sostegno.
È l’idea di un’azione congiunta che nasce dal basso tra pubblico, privati e no-profit, cercando di unire le forze e moltiplicarne i risultati.
A Domani Cernusco!

 

1 Aprile 2020

Questa mattina ho scritto un post molto netto sull’obbligo di rimanere a casa ancora per qualche settimana, almeno fino a dopo Pasqua. Volevo non ci fossero fraintendimenti perché è necessario non abbassare la guardia proprio ora: oggi i numeri dei contagi sono cresciuti a 81 e purtroppo i decessi a 20; d’altro canto ci sono però 3 nuove dimissioni e il numero dei ricoverati non aumenta. Come è possibile intuire, è davvero necessario continuare con i nostri comportamenti responsabili perché l’emergenza è tutt’altro che superata: non a caso anche il Governo sta estendendo fino al 13 aprile le misure di contenimento oggi in vigore.
Questa sera chiudo con un ringraziamento a tutti quelli che nonostante questa situazione (o soprattutto perché siamo in questa situazione) stanno mettendo in circolo azioni di altruismo o un pensiero particolare per qualcuno che sta loro accanto: chi si sta facendo avanti per offrire una spesa a chi invece non se la può permettere; chi sta cucendo mascherine per le strutture comunitarie del nostro territorio; chi vuole ringraziare quelli che stanno lavorando per questa emergenza (oggi è toccato a Polizia Locale e ai Dipendenti Comunali in servizio per garantire i servizi essenziali); chi ha avuto il tempo di mandarmi un messaggio di incoraggiamento o una sottolineatura aperta al dubbio per una decisione presa. Ogni slancio verso gli altri moltiplica energie e rafforza legami.
A domani, Cernusco!

 

( chiusura Area cani fino al 13 Aprile 2020)

31 Marzo 2020

Come quando in estate un violento temporale ci coglie senza ombrello e ci costringe a rifugiarci sotto un portone, ogni giorno allungo la mano sotto il cielo e leggo i numeri del contagio a Cernusco per capire se sta per spiovere. Il numero dei casi è sceso a 69 perché è arrivato a 30 il numero dei dimessi, 8 solo oggi, ma purtroppo è salito a 18 il numero di persone defunte. Tra le persone che sono ritornate a casa dall’ospedale anche due amici che ho sentito via messanger uno e in video chiamata l’altro: un’emozione grandissima. Comunque no, il temporale non è passato e non è ancora il tempo di avventurarci per strada ( = dobbiamo stare in casa e no, non si possono fare passeggiate nè giri in bici), ma godiamoci questo giorno in cui la pioggia è un po’ meno diluvio.
Oggi è stato un giorno di lavoro per risolvere problemi molto concreti delle famiglie ancora in quarantena ed è stato un giorno emotivamente intenso anche per quel momento che abbiamo vissuto in ricordo di chi ci ha lasciato in questo mese. Sotto le bandiere a mezz’asta di Villa Greppi, tra i volontari e le persone impegnate in questa emergenza, davvero ho avuto l’impressione di essere circondato da 35mila cernuschesi. Distanti ma vicini, in una piazza vuota ma mai così piena del nostro essere comunità.
A domani, Cernusco!

31 marzo 2020
Questa mattina anche a Cernusco sul Naviglio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’epidemia.

Qui il discorso del Sindaco Ermanno Zacchetti in fascia tricolore:

“Care Cernuschesi, cari Cernuschesi, questo tempo di emergenza e di incertezza che stiamo vivendo sta lasciando ferite profonde nelle storie di ciascuno e in quella della nostra comunità cittadina.

Sono ferite aperte dall’incertezza per quello che stiamo vivendo e per quello che ci aspetta; dall’angoscia per la sofferenza di una persona cara; dal dolore per una scomparsa di cui è difficile dare spiegazione.

Oggi ricordiamo le vittime Cernuschesi di questa epidemia e tutte le persone della nostra comunità che ci hanno lasciati in queste settimane.
Le storie di ciascuno di loro, sono certo, hanno lasciato un segno in altre storie personali, nelle nostre storie, e quello che siamo e che saremo custodirà anche il loro ricordo.

Sono in questa piazza vuota insieme a chi sta lavorando fin dall’inizio per gestire questa emergenza e siamo idealmente al fianco dei medici e degli infermieri dei nostri ospedali e dei nostri medici di famiglia.

Seppur in questo momento distanti, ognuno nelle proprie case, ci facciamo se possibile un po’ più vicini, ancora più uniti, perché sappiamo che questa è la nostra forza; solo questo non ci fa lasciare indietro nessuno; proprio questo ci fa guardare con fiducia al futuro.

Grazie ad ogni cittadina e ogni cittadino che sta facendo la propria parte, con la generosità che sempre ci ha resi una comunità bella.

Ora che la guardo bene, questa piazza non è mai stata così piena”.

Comune di Cernusco sul naviglio

Sospese le entrate tributarie comunali fino al 30 giugno 2020.

Queste misure, si aggiungono a quelle previste da Governo e Regione a sostegno di famiglie, imprese e attività commerciali.

Ø  Rinviate la seconda rata dell’imposta di pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni in scadenza ‪il 31 marzo e la seconda rata della TOSAP in scadenza ‪il 30 aprile.

Ø  Sospese sempre fino al ‪30 giugno anche le scadenze relative ai pagamenti tributari bonari o per versamenti in piani di rateizzazione precedentemente accordati ai contribuenti.

Ø  Per quanto riguarda le bollette TARI, le scadenze 2020 saranno definite in una successiva delibera in linea con questa impostazione.

30 marzo 2020
Il post di questa sera è un post di speranza: da due giorni i numeri ufficiali si stanno consolidando o aumentando solo leggermente anche nella nostra città con 79 casi, 22 dimessi, 16 decessi. Come ha detto stasera anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza, le misure di contenimento saranno estese almeno fino a Pasqua proprio perché l’emergenza non è finita e c’è bisogno di non abbassare la guardia.
Uno sguardo di speranza, che però non deve farci dimenticare ciò che stiamo ancora attraversando, con tutte le sue sofferenze e i suoi drammi.
Il Presidente della Provincia di Bergamo, con il sostegno di Anci Lombardia, ha proposto per domani ai sindaci lombardi di esporre bandiere a mezz’asta nelle sedi municipali e un minuto di silenzio indossando la fascia tricolore davanti al proprio Comune per commemorare le vittime di questa epidemia. Anche noi aderiremo a questa iniziativa e ho chiesto a Carabinieri, Polizia Locale, Protezione Civile e Croce Bianca di essere presenti con un proprio automezzo insieme a me in piazza Unità d’Italia: un modo simbolico per esprimere l’unità con cui stiamo operando al fianco dei cittadini in questo tempo d’emergenza. Se avete una bandiera tricolore e non lo avete ancora fatto, appendentela domani alla vostra finestra: sarà un modo per essere insieme seppur distanti davanti a Villa Greppi per quel sincero minuto di ricordo.
Buonanotte Cernusco!

 

 

Sabato 28 marzo 2020 dal Sindaco

Buonasera Cernusco.
Sto cercando di raccontarvi questo periodo d’emergenza senza nascondervi numeri e difficoltà ma raccogliendo anche le storie belle, quelle fatte di generosità e solidarietà che ci danno tanta forza e fiducia.
Stasera i numeri ufficiali dei contagi, 77, sono ancora in crescita seppur molto contenuta rispetto a ieri, così come crescono per fortuna i numeri dei dimessi, 20, ma purtroppo anche quelli dei decessi, 16. Sinceramente, non penso ne usciremo a breve ma la stragrande maggioranza di noi sta dimostrando grande senso di responsabilità e di questo non posso che ringraziarvi.
Tra le storie belle di oggi condivido quella vissuta stamattina con il Vicesindaco Daniele Restelli di un supermercato del nostro territorio che ha voluto donare beni di prima necessità e che attraverso Caritas saranno destinate a nuclei famigliari della nostra città che ne hanno bisogno: l’emergenza covid non ha cancellato l’emergenza di tutti i giorni che è presente anche a Cernusco e anzi, certamente la sta amplificando.
Quanto sta accadendo una cosa certamente cambierà in meglio: la nostra voglia di guardare avanti insieme.
A domani, Cernusco!

venerdi 27 marzo 2020 CONSEGNA A DOMICILIO

Vista la difficoltà dei cittadini nel reperire generi alimentari e di prima necessità a causa dell’impossibilità di uscire dalle proprie abitazioni, l’Amministrazione comunale mette a disposizione i propri canali di comunicazione per permettere ai commercianti e agli esercenti che effettuano consegne a domicilio di comunicare la propria disponibilità. In questo momento è importante che ognuno faccia la propria parte rimanendo a casa il più possibile. Ma senza rinunciare a tutto. In questa pagina sono raccolti e aggiornati continuamente i contatti e le informazioni sugli esercizi commerciali che hanno attivato un servizio di consegna a domicilio. Le modalità di consegna possono variare e sono da concordare telefonicamente con il singolo esercente.

Per chi volesse aderire all’iniziativa ed effettua già consegne a domicilio, chiediamo di inviare una mail a comunicazione@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it comunicando:

  • Nome dell’esercizio commerciale
  • Numero da chiamare per effettuare l’ordine da parte dei cittadini
  • Orario di attivazione del servizio
  • Specifica se la consegna sarà gratuita o a pagamento
  • Specifica del prodotto offerto

Di seguito troverete i contatti e le informazioni sugli esercizi commerciali che hanno attivato un servizio di consegna a domicilio. Le modalità di consegna possono variare e sono da concordare telefonicamente con il singolo esercente.

ALIMENTARI

Damè Pasticceria: colazioni, merende, tè e caffè, biscotteria e torte
Tel. 339 8139183 – mail: info@damecioccolatotecaffe.it

Panfruit minimarket: consegna gratuita da lunedì al sabato pane, latte, focacce, biscotti, salumi, formaggi, frutta, verdura e scatolame
Tel. 02 39431664 – mail: panfruit@libero.it

The Coffy Way: caffè in grani, macinato, cialde e capsule
Tel. 3923877452

Antico Vinaio: generi alimentari
Tel. 333 7875797

L’Allegra Cucina, Il Frutteto, I Frutti del Grano, Tabaccheria Ratti: consegne gratuite di piatti pronti, salumi, formaggi, frutta e verdura, pane fresco, pizze focacce e dolci, latte e generi di monopolio
Tel. 02 92110378 – mail: allegra.cucina@gmail.com

Pesce fresco: consegna gratuita prodotti ittici freschi
Tel. 392 1888095

Galleria della frutta: consegna gratuita di frutta, verdura, prodotti caseari dalle 7.00 alle 20.00
Tel. 02 83475943

Panificio Paola: consegna gratuita di pane, affettati, formaggi, scatolame di Coldiretti
Tel. 351 9428254 oppure 02 36722340

Bottega Altromercato: consegna gratuita sopra ai 25,00 euro di spesa per alimentari vari nei seguenti giorni: mercoledì, giovedì e sabato dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Tel. 039 6899742

C&B snc di Bonanno Igor e Colombo Claudio: consegna gratuita salumi e formaggi di tutti i tipi freschi e stagionati, consegne nel pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00
Tel. 335 8346478 Igor

Agricola Pollastri Lorenzo: consegne (con contributo volontario) di frutta e verdura di stagione venerdì e sabato pomeriggio. Per prenotazione chiamare il mercoledì dalle 9.00 alle 11.00.
Tel: 346 5981404 Rosy

Gelateria Icedream: consegna gratuita gelati
Tel. 334 8984110 

RISTORANTI

Ristorante Pizzeria Peter Pan: consegne a domicilio tutti i giorni 18.45 – 21.30
Tel. 029240598

Voglia di pizza: consegna a domicilio solo nelle serate di venerdì, sabato e domenica
Tel. 02 9238899

Trattoria Noi di Crotti Ilaria: piatti pronti a domicilio
Tel. 02 9238865

La tana del gusto: consegna gratuita pizzeria polleria rosticceria dalle 18.30 alle 22.00
Tel. 02 43127859 oppure 339 2486487

ALTRE ATTIVITÀ

Dog’s Planet, cibo per cani e gatti e articoli per animali da compagnia
Tel. 3899082610

CONSEGNA GRATUITA SPESA E MEDICINALI

coordinata da Caritas e Protezione Civile per over 65 e chi non può lasciare l’abitazione per motivi sanitari
chiama il numero 02 9278444 dalle 9.00 alle 12.00

 

venerdi 27 marzo 2020 dal SINDACO

“C’è una Cernusco che ora è chiusa in casa, che sta rispettando le regole, ma che non smette di essere comunità.

Lo vedo dai tanti messaggi che mi arrivano in cui c’è un incoraggiamento, ci sono offerte di aiuto, persone che si propongono come volontari. 

C’è una Cernusco che si sta tendendo una mano anche a distanza: è fatta di tutti coloro che si stanno aiutando a vicenda facendo la spesa al proprio vicino, portando farmaci ad amici, telefonando all’anziano signore che incrociavano in piazza. 

Insieme ai sanitari del nostro ospedale Uboldo e ai medici di base che stanno dando tutto quello che possono; ai volontari di Caritas, Protezione Civile e UPG che ogni settimana confezionano e consegnano ormai circa duecento tra spese e farmaci; alla Croce Bianca, che c’è nel momento del bisogno; alla Polizia Locale e ai Carabinieri, da ieri con i Militari per controllare e vigilare il territorio; insieme ai tecnici e ai dipendenti comunali che senza sosta lavorano per portare avanti i servizi essenziali; insieme ai commercianti che stanno assicurando i servizi essenziali; con le aziende che riconvertono dove possono la produzione e la mettono a disposizione della città per far fronte all’emergenza.

Insieme a tutti loro c’è la Cernusco che è comunità e che sta combattendo questa battaglia. Una battaglia che emerge anche dai numeri che purtroppo crescono ancora: dall’inizio dell’emergenza siamo arrivati a 71 casi di positivi, 18 dimissioni e purtroppo 13 decessi. 

A tutta la mia Città stasera va il mio ringraziamento, perché ogni giorno che passa è più faticoso, ma è anche un giorno in più in cui abbiamo dimostrato quanto siamo forti insieme. Uno accanto all’altro, nel l’impegno a non lasciare indietro nessuno. A domani, Cernusco!”

Sospeso il pagamento del bollo auto e di altri tributi regionali fino al 30 giugno

Regione Lombardia ha sospeso fino al 30 giugno 2020 il pagamento di alcuni tributi regionali: Irap, bollo auto, addizionale Irpef, eco tassa e tassa sulle concessioni per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Lombardia.
Resta comunque aperta la possibilità di pagamento per tutti quei contribuenti che volessero assolvere all’obbligo tributario alle scadenze previste.
Al seguente link maggiori informazioni: http://reglomb.it/TQIL50yVu8C

 

25 MARZO 2020

Il gestore del servizio idrico *Gruppo CAP*, vista l’evoluzione dell’epidemia, ha deciso di rinviare al 1 giugno 2020 la scadenza per il pagamento delle bollette. 
Per maggiori informazioni su agevolazioni e rateizzazioni www.gruppocap.it

ORTI SOCIALI
Da oggi e fino al 15 aprile 2020 anche gli orti sociali in zona Cascina San Maurizio sono temporaneamente chiusi. Ricordiamo l’importanza di limitare gli spostamenti e gli assembramenti di persone, ognuno di noi deve assumere atteggiamenti responsabili e prudenti.
Se hai un parente o un amico anziano, aiutaci a diffondere questo messaggio: passaparola!
Leggi l’ordinanza completa: https://bit.ly/2WFJ9aM 
Chiediamo la “sorveglianza attiva” di chi ha sintomi ma è a casa

Comune di Cernusco

Il sindaco Ermanno Zacchetti a nome della comunità di Cernusco sul Naviglio è tra gli 83 firmatari della lettera-appello che i primi cittadini di Città Metropolitana hanno sottoscritto oggi. Obiettivo: chiedere a Regione Lombardia che sia messa in atto la “sorveglianza attiva’ a casa di chi ha sintomi ma non è stato ricevuto in ospedale.

Noi Sindaci che viviamo in mezzo alle nostre comunità, che ascoltiamo i nostri cittadini anche e soprattutto in questi giorni, che non sottovalutiamo i segnali che ci arrivano dai medici di famiglia e che apriamo con i dipendenti i servizi essenziali dei Comuni, abbiamo l’evidenza che la situazione nelle nostre città è diversa da quella che è registrata in modo ufficiale. C’è un contagio ‘sommerso’ da circoscrivere e l’unico modo per caprine veramente i contorni è cambiare strategia. Lo diciamo da giorni, in modo educato e rispettoso del lavoro di tutti, come suggerimento per poter fronteggiare insieme al meglio bisogni e immaginare soluzioni per affrontare più efficacemente questa emergenza.
Per questo anche io faccio parte degli 83 sindaci di Città Metropolitana (ma stanno aumentando) che hanno deciso di firmare la lettera-appello in cui chiediamo a Regione Lombardia la “sorveglianza attiva’ a casa di chi ha sintomi ma non è stato ricevuto in ospedale:
“Chiediamo a Regione Lombardia di cambiare strategia nella lotta al coronavirus.
Dal confronto con i medici di base, che hanno il contatto diretto con la popolazione, emerge che a loro giudizio l’epidemia è più diffusa di quello che appare dai dati ufficiali e che conseguentemente il numero di malati è sicuramente più alto.
Molti cittadini sono a casa con sintomi riconducibili al COVID19 ma non ricorrendo alle cure ospedaliere non vengono sottoposti a tampone e quindi non sono tracciati e non essendo tracciati potrebbero contribuire al diffondersi dell’epidemia. C’è inoltre la situazione delle persone sottoposte a quarantena il cui numero appare assolutamente sottostimato e che quindi rappresenta un aspetto del contagio largamente fuori controllo.
Ci sono esperienze all’estero e in Italia, prima fra tutte quella della regione Veneto, che indicano come strada alternativa quella della “sorveglianza attiva” che prevede di fare i tamponi a tutte le persone con sintomi riconducibili al Covid19, soprattutto le persone che sono a casa ammalate e non ricorrono all’assistenza ospedaliera, e in base al risultato di sottoporre conseguentemente a tampone i familiari e tutte le persone con le quali sono entrate in contatto.
Sono esperienze che hanno dimostrato la loro validità e che, sebbene in ritardo, possono essere introdotte anche nella nostra Regione.
Chiediamo per questo a Regione Lombardia di cambiare rotta, di studiare ed attuare con i tecnici delle Aziende Sanitarie e gli esperti di epidemiologia una strategia che punti sulla sorveglianza attiva e sull’assistenza medica domiciliare. E di arrivare alla definizione di un “patto per la salute dei lombardi” esteso a tutti i soggetti coinvolti che condividno una strategia di azione comune.
Inoltre evidenziamo la assoluta necessità di sottoporre periodicamente al tampone i medici di base e ancor più di dotarli in giusta quantità di tutti gli strumenti indispensabili per poter eseguire in massima sicurezza l’assistenza al domicilio dei pazienti, che le sperimentazioni in corso in Emilia Romagna dimostrano essere un valido strumento di azione.
I comuni si mettono a disposizione per fare la loro parte, anche individuando e mettendo a disposizione, con il supporto di Regione Lombadia, strutture idonee per ospitare le persone che devono trascorrere il periodo di quarantena e non lo possono fare al loro domicilio.
Siamo in ritardo, ma siamo ancora in tempo.”

  1. Moreno Agolli Sindaco di Arluno 2. Gilberto Barki Sindaco di Grezzago  3. Sonia Belloli Sindaco di Zibido San Giacomo 4. Maria Rosa Belotti Sindaco di Pero 5. Riccardo Benvegnù Sindaco di Binasco 6. Rodolfo Bertoli Sindaco di Melegnano 7. Sara Bettinelli Sindaco di Inveruno 8. Susanna Biondi Sindaco di Busto Garolfo 9. Angelo Bosani Sindaco di Pregnana Milnese 10. Roberto Botter Sindaco di Pozzo d’Adda 11. Fabio Bottero Sindaco di Trezzano sul Naviglio 12. Giorgio Braga Sindaco di Robecchetto con Induno 13. Paolo Branca Sindaco di Carpiano 14. Sergio Calloni Sindaco di Arconate 15. Silvana Cantoro Sindaco di Casarile 16. Andrea Carlo Sindaco di Settala 17. Ezio Casati Sindaco di Paderno Dugnano 18. Diego Cataldo Sindaco di Trezzano Rosa 19. Roberto Cattaneo Sindaco di Nosate 20. Andrea Checchi Sindaco di San Donato Milanese 21. Andrea Cipullo Sindaco di Vermezzo con Zelo 22. Angela Comelli Sindaco di Bellinzago Lombardo 23. Ivonne Cosciotti Sindaco di Pioltello 24. Rossi Daniela Maria Sindaco di San Vittore Olona 25. Douglas De Franciscis Sindaco di Basiano 26. Franco De Gregorio Sindaco di Truccazzano 27. Daniele Del Ben Sindaco di Rosate 28. Luca Durè Sindaco di Cisliano 29. Luca Eli Sindaco di Baranzate 30. Paolo Festa Sindaco di Pieve Emanuele 31. Crivellin Flavio Sindaco di Albairate 32. Lorenzo Fucci Sindaco di Liscate 33. Luigi Fumagalli Sindaci di Vaprio d’Adda 34. Antonio Fusè Sindaco di Melzo 35. Giuseppe Gandini Sindaco di Calvignasco 36. Patruizia Gentile Sindaco di Bubbiano 37. Beltrami Gian Pietro Sindaco di Besate 38. Paolo Gobbi Sindaco di Vignate 39. Federico Lorenzini Sindaco di Paullo 40. Silvio Lusetti Sindaco di Pozzuolo Martesana 41. Luca Maggioni Sindaco di Carugate 42. Roberta Maietti Sindaco di Rodano 43. Daniela Maldini Sindaco di Novate Milanese 44. Carmen Manduca Sindaco di Vernate 45. Lucia Mantegazza Sindaco di Gessate 46. Marelli Marco Sindaco di Morimondo 47. Roberto Maviglia Sindaco di Cassano d’Adda 48. Bona Michele Sindaco di Cassinetta di Lugagnano 49. Paolo Micheli Sindaco di Segrate 50. Caterina Molinari Sindaco di Peschiera Borromeo 51. Nilde Moretti Sindaco di Solaro
    52. Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone 53. Antonino Nucera Sindaco di Opera
    54. Cirulli Nunzio Omar Sindaco di Gudo Visconti 55. Michela Palestra Sindaco di Arese 56. Vito Penta Sindaco di Dresano 57. Sergio Perfetti Sindaco di Gaggiano 58. Carla Picco Sindaco di Magnago 59. Giusepe Pignatiello Sindaco di Castano Primo 60. De Guli Primo Paolo Sindaco di Motta Visconti 61. Rino Pruiti Sindaco di Buccinasco 62. Lidia Reale Sindaco di Basiglio 63. Paola Rolfi Sindaco di Dairago 64. Pietro Romano Sindaco di Rho 65. Curzio Rusnati Sindaco di Bussero 66. Luisa Salvatori Sindaco di Vizzolo Predabissi 67. Guido Sangiovanni Sindaco di Vanzago 68. Yuri Santagostino Sindaco di Cornaredo 69. Sara Santagostino Sindaco di Settimo Milanese 70. Marco Sassi Sindaco di Cerro al Lambro 71. Marco Segala Sindaco di San Guliano Milanese 72. Davide Serranò Sindaco di Locate Trivulzi 73. Angelo Stucchi Sindaco di Gorgonzola 74. Andrea Tagliaferro Sindaco di Lainate 75. Arianna Tronconi Sindaco di San Zenone al Lambro 76. Pamela Tumiati Sindaco di Masate 77. Francesco Vassallo Sindaco di Bollate 78. DarioVeneroni Sindaco di Vimodrone 79. Nadia Verduci Sindaco di Noviglio 80. Alberto Villa Sindaco di Pessano con Bornago 81. Gugielmo Villani Sindaco di Ozzero 82. Antonella Violi Sindaco di Lachiarella 83. Ermanno Zacchetti Sindaco di Cernusco sul Naviglio

 

DAL SINDACO

Ogni sera mi trovate qui a raccontarvi come è andata la giornata in questo tempo di emergenza e a darvi i numeri ufficiali della nostra città che ricevo come ogni sindaco dagli organismi superiori: in totale siamo a 53 casi, 15 dimessi e 10 decessi. Sono in leggero aumento rispetto a ieri: nei numeri dei decessi, due in più, c’è il dramma di questa storia e c’è la vicinanza di tutti noi ai famigliari di queste persone; in quell’aumento ‘leggero’ c’è tutto lo sforzo di uno sguardo positivo ma ancora timido su come stanno evolvendo le cose.
Questi sono i numeri delle persone che sono risultate positive al tampone e ci danno l’idea di come procede il contagio. Ma con la sincerità e la trasparenza che ho sempre voluto avere con ciascuno di voi devo anche dirvi che guardo i numeri dei decessi complessivi in città che si stanno consolidando per il mese di marzo e non penso di svelare alcun segreto dicendo che non sono giustificati dai decessi ufficiali rispetto alla storicità di questo dato. Non ve lo dico per seminare il panico, tutt’altro, ma perché sia a fattor comune quello che stiamo affrontando insieme: essere consapevoli ci permette di prendere le decisioni giuste e tenere i comportamenti più corretti per proteggere soprattutto le persone più fragili, a livello personale e a livello istituzionale. Consegno a voi questa evidenza perché sia più profonda l’attenzione che metteremo nel ricucire le ferite di questa emergenza, così come l’ho consegnata con la lettera indirizzata a Regione Lombardia che ho firmato oggi insieme a tanti sindaci per richiedere tamponi diffusi.
Lo abbiamo fatto con un immutato spirito di collaborazione, nella convinzione di ricercare il bene delle nostre comunità e di proteggerle. È il compito di ogni Sindaco che in un tempo così difficile e incerto cerca di fare la propria parte.

Buonanotte Cernusco!

EMERGENZA CORONAVIRUS Anche Avis Cernusco ha lanciato una raccolta fondi per sostenere lo sforzo dell’Ospedale Uboldo e aiutare l’azienda ospedaliera per l’acquisto di due postazioni letto da terapia intensiva, completamente attrezzate.
Qui il link alla raccolta fondi: www.derev.com/aviscernusco-rianima

 

23 marzo 2020

“Una delle cose che vorrei non fosse mai dimenticata e che spero di riuscire a trasmettevi nei miei post di queste settimane è il risvolto umano di questa brutta storia che stiamo vivendo. Me lo ha ricordato oggi una delle persone che è impegnata con me in Comune nella gestione dell’emergenza, nel mezzo di una delle consuete riunioni necessariamente molto operative; l’ho visto nello sguardo tirato e commosso di una dipendente comunale impegnata in prima linea a garantire uno dei servizi essenziali del nostro Ente; l’ho sentito nella parole emozionate di un amico che non vedo l’ora di abbracciare e che ha voluto chiamarmi per uno dei più bei saluti mai ricevuti.
Il necessario isolamento delle persone contagiate insieme alla necessità di garantirne la riservatezza fanno da silenziatore a storie personali e famigliari stravolte dall’angoscia che invece avrebbero bisogno di condivisione. Il ricovero senza la possibilità di una visita, di un sorriso o di una carezza a cui appigliarsi impone distanze difficili e innaturali da affrontare. E il dolore per la scomparsa di una persona cara si somma alla impossibilità di spiegarne il senso.
Anche per questo dare i numeri ogni sera è ormai diventato un rito pesante da affrontare: 52 casi, 11 dimissioni, 8 decessi. Quando tutto sarà finito non sarà semplice mettere un punto e a capo.

22 marzo 2020

 “Oggi avrete sentito la mia voce urlare dai megafoni delle auto della Polizia Locale per invitarvi a stare in casa. Ve lo dico anche con i numeri di Cernusco aggiornati a questa sera: 44 casi di contagio a cui si aggiungono per fortuna 10 dimessi ma purtroppo anche 7 decessi. Numeri che sono persone, storie, sogni, legami famigliari…quanta angoscia sta percorrendo le nostre città.

In questo weekend Governo e Regione Lombardia hanno stretto ancor di più le nostre possibilità di socialità e mobilità: niente sport anche individuali, chiusura dei cantieri, possibilità di uscire di casa fino a limite di 200 mt anche per chi esce con un cane, sospensione negli Enti Comunali e nelle imprese dei servizi non essenziali, limitazioni negli spostamenti tra comuni e altro ancora. Molti stanno scrivendo chiedendo di dettagli che, vista la pubblicazione del DPCM solo in serata, hanno bisogno di un maggiore approfondimento, anche perché si sovrappongono a DPCM precedenti e a quanto disposto dalla nostra Regione: domani verranno chiariti. L’importante è stare a casa o uscire solo in caso di necessità prendendo tutte le precauzioni del caso, prima tra tutte la distanza di 1 mt con la persona più vicina. Ogni nostro comportamento può salvare una vita o essere parte della trasmissione del contagio.
Questo Marzo 2020 sta scorrendo irreale tra i nostri giorni cancellando dalle nostre agende appuntamenti e iniziative ma sta lasciando fogli bianchi da riempire con azioni di responsabilità e slanci di solidarietà.A domani, Cernusco!

(ndr) il Sindaco ringrazia i Carabinieri, Polizia Locale, Protezione Civile, il Gruppo Alpini di Cernusco e l’Associazione Carabinieri Cernusco che oggi erano in servizio per presidio del territorio.

Post del 21 marzo 2020 ore 23:30

Nuove misure restrittive sono state emanate ieri sera da Governo e Regione Lombardia. Nella giormata di oggi maggiori dettagli. Le indicazioni principali sono:

IN TUTTA ITALIA:

▶️ Chiusura di tutte le attività produttive non cruciali; restaranno aperti supermercati (niente assalti), alimentari, farmacie e parafarmacie. I servizi essenziali saranno garantiti.

IN LOMBARDIA (alcune a Cernusco sul Naviglio erano già in vigore a seguito di Ordinanze del Sindaco), fino al 15 aprile:

▶️ Divieto di assembramento nei luoghi pubblici – fatto salvo il distanziamento (droplet) – e conseguente ammenda fino a 5mila euro;

▶️ Sospensione dell’attività degli Uffici Pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;

▶️ Sospensione delle attività artigianali non legate alle emergenze o alle filiere essenziali;

▶️ Sospensione di tutti i mercati settimanali scoperti;

▶️ Sospensione delle attività inerenti ai servizi alla persona; chiusura delle attività degli studi professionali salvo quelle relative ai servizi indifferibili e urgenti o sottoposti a termini di scadenza;

▶️ Chiusura di tutte le strutture ricettive ad esclusione di quelle legate alla gestione dell’emergenza. Gli ospiti già presenti nella struttura dovranno lasciarla entro le 72 ore successive all’entrata in vigore dell’ordinanza;

▶️ Fermo delle attività nei cantieri edili. Sono esclusi dai divieti quelli legati alle attività di ristrutturazione sanitarie e ospedaliere ed emergenziali, oltre quelli stradali, autostradali e ferroviari;

▶️ Chiusura dei distributori automatici cosiddetti ‘h24’ che distribuiscono bevande e alimenti confezionati;

▶️ Divieto di praticare sport e attività motorie svolte all’aperto, anche singolarmente;

▶️ Restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

20 marzo 2020: attivo nuovo numero unico TELEFONA al 02 9278444

 

Da oggi è attivo il numero unico del Comune di Cernusco sul Naviglio da chiamare per:
➡  aiuto per la consegna di spesa o medicinali a domicilio tutti i giorni dalle 9 alle 12
➡  informazioni sui servizi comunali e sui comportamenti che devi mantenere in questa situazione di emergenza dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00,

Se conosci una persona anziana o qualcuno che possa avere bisogno, passaparola oppure scrivici un messaggio in privato: aiutiamo chi ha più bisogno, aiutaci ad arrivare a loro!

Post del 21 marzo 2020 ore 08:10

“Buongiorno Cernusco!

Vi parlo per ringraziare tutti coloro che stanno rispettando le indicazioni per fermare la diffusione del contagio. Come ringrazio tutti coloro che sono in prima linea per fronteggiare l’emergenza: le forze dell’ordine, la polizia locale, i volontari, i dipendenti comunali: grazie di cuore. La stragrande maggioranza dei cernuschesi sta dimostrando senso di responsabilità e questo è bene.

Devo però anche dirvi con estrema franchezza che le ulteriori misure di limitazione introdotte dal Governo ieri sera dimostrano che la situazione è grave. Siamo in costante contatto con la Prefettura e le notizie che giungono da territori vicini a noi, Bergamo e Brescia in particolare, sono drammatiche. Non possiamo permetterci che anche Milano e la Sua città metropolitana cadano insieme al nostro sistema sanitario, già in grande sofferenza.

I prossimi 10 giorni saranno decisivi e dobbiamo resistere.

Per questo vi chiedo di prestare ancor più attenzione ai vostri comportamenti e non uscite di casa. Andate a fare la spesa uno per famiglia, una volta alla settimana. Chi ha un cane non faccia lunghi giri ma esca vicino a casa, lo stretto necessario. Abbandoniamo per un po’ la nostra voglia di fare sport e usciamo solo per esigenze inderogabili o urgenze. Non vale solo per le persone più anziane, vale per tutti e serve a proteggere ciascuno di noi, soprattutto chi è più debole.

Chi non segue le indicazioni rischia una denuncia e Polizia Locale e Forze dell’Ordine sono attive sul territorio. Non inventiamoci scuse per aggirare le disposizioni, un nostro comportamento non corretto potrebbe mettere a rischio la vita di altre persone e questa è la cosa più importante.

Una vostra scelta può salvare delle vite o contribuire a diffondere il contagio.
Forza Cernusco!”

 

18 marzo 2020 dal Sindaco: restiamo a casa sempre, salvo urgenze

“Nella comunicazione ricevuta oggi dalla Prefettura che aggiorna i casi in città, l’evidenza che l’emergenza è tutt’altra che superata: 24 contagiati (+4 rispetto a domenica) e purtroppo un decesso che si aggiunge a quello segnalatoci settimana scorsa. Numeri che ampliano l’apprensione, l’incertezza, il dolore ma anche la determinazione mia e di ogni persona che lavora con me a fare di tutto per fermare il contagio e preservare la nostra comunità.

C’è bisogno, e lo ripeto per l’ennesima volta, della responsabilità di ciascuno nei comportamenti che teniamo, prima di tutto non uscendo di casa. Ricevo telefonate da cittadini per sapere se è possibile fare questa o quella cosa con accorgimenti vari:

“no, non è possibile ,se non è urgente o indifferibile ”.

Oltre alle indicazioni del Governo, nell’ultima settimana abbiamo chiuso i parchi, il cimitero, i centri sportivi, la biblioteca, gli uffici comunali ad eccezione dei servizi essenziali e abbiamo sospeso i mercati: il messaggio è chiaro. Tornerà il tempo in cui saremo di nuovo insieme in piazza e per le strade. Oggi è il tempo della consapevolezza e dell’unità per proteggere soprattutto chi tra di noi è più debole”


.
17 marzo 2020 : igienizzazione
sul territorio di Cernusco sul Naviglio sarà effettuato un servizio straordinario di igienizzazione di alcuni punti della città attraverso l’utilizzo di una spazzatrice dotata di lancia.
Il servizio, gestito da Cem Ambiente, sarà realizzato nella giornata di mercoledì 18 marzo, nelle zone maggiormente frequentate in questi giorni di emergenza. In particolare davanti a farmacie, supermercati, uffici postali, stazioni della metropolitana, Ospedale Uboldo, comando di Polizia Locale e dei Carabinieri.
Ricordiamo che dal 14 marzo scorso Cem Ambiente utilizza un liquido igienizzante anche nel normale servizio di spazzamento di pulizia strade su tutto il territorio.

Un mega HUB (centro smistamento merci) a Segrate e Melzo. La Martesana si trasforma. Lunedi 25/11/2019

Incontro con Marco Legramanti, Lunedì 25 novembre ore 21,00 al Circolo Acli Fanin di Limito, via Via Antonio Gramsci, 2C, Pioltello MI.
Poli Logistici di Segrate (‘Milano Smistamento’), e di Melzo, centri d’interscambio ferro-gomma interessanti i territori circostanti e l’intera Martesana.
Il relatore Marco Legramanti è un esperto di flussi merci del sistema globale; egli ci illustrerà le dimensioni del fenomeno in arrivo e le disposizioni legislative recenti che lo regolano,  legge 130/18